DIREZIONE DIDATTICA TODI

Progetto CLIL- giornata finale

A conclusione del progetto CLIL (Content and Language Integrated Learning - Apprendimento integrato di contenuti e lingua), verranno consegnati gli attestati agli alunni che hanno partecipato, alla presenza dei genitori...

Progetto PON Ciuffelli-Einaudi "EUR…

L' I.S.I.S. di Todi Ciuffelli Einaudi promuove il progetto PON/FSE "EUREKAMP" proposto agli studenti della scuola secondaria e Primaria (classe V), che si svolgerà tra maggio e agosto 2018. Qui di...

risultati rsu

Si comunicano i risultati della consultazione per l'elezione delle rsu.  RISULTATI

Ultimo incontro Progetto TRINITY

ERRATA CORRIGE:     Si comunica che l'ultimo incontro del progetto TRINITY, fissato per il 12 aprile 2018, si terrà dalle 17.00 alle 18.00.

Candidati e liste per elezioni RSU

A questo link liste e candidati per le elezioni RSU 2018         

infanzialavagnabase

primaria lavagnadefinitiva

ATTESTATO AID

  attestato.aidAlcuni docenti della nostra scuola hanno partecipato al corso di formazione svoltosi nel primo periodo del 2018 per approfondire il tema della dislessia.

Nelle prime fasi di apprendimento della letto-scrittura un numero rilevante di bambini del primo  anno della Scuola Primaria incontra difficoltà di vario genere;

molte di queste sono recuperabili sul piano scolastico, altre vanno controllate con interventi mirati e specifici.

L’individuazione precoce delle difficoltà di apprendimento e il conseguente intervento mirato al recupero delle difficoltà individuate contribuiscono concretamente non solo a prevenire il disagio e la dispersione scolastica, ma anche a distinguere gli aspetti più specificatamente legati agli apprendimenti rispetto a quelli più condizionati dallo sviluppo psicologico e relazionale.
Lo strumento più efficace che consente l’individuazione precoce dei soggetti a rischio è  uno screening specifico su tutti i bambini del primo anno di scuola primaria. Lo scopo dello screening non è quello di arrivare a una diagnosi, ma quello di evidenziare i soggetti che in questa fase degli apprendimenti presentano i fattori di rischio e non riescono ad acquisire rapidamente come i coetanei.
L'Associazione Italiana Dislessia (AID) da molti anni ha sperimentato, in varie zone d’Italia tra cui l’Umbria, una ricerca-azione per l'individuazione e il recupero delle difficoltà.
I risultati di tale ricerca hanno confermato la validità del percorso e hanno mostrato l'efficacia delle prove di screening e dell'intervento di recupero effettuato dagli insegnanti inseriti in formazione.